Forum Iron Maiden Italia

Community Italiana degli Iron Maiden
Oggi è 18 nov 2017 20:33

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 60 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 24 set 2012 21:19 
Non connesso
Trooper
Avatar utente

Iscritto il: 17 giu 2006 16:15
Messaggi: 2737
Località: Port Royal
ma come dovrebbe funzionare il sistema, secondo te?

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 24 set 2012 22:31 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
Mr Deadhead ha scritto:
ma come dovrebbe funzionare il sistema, secondo te?

Ma parli del Copyright o di come sfruttare il download?

Nel primo caso posso dirti che sono quasi totalmente d'accordo con questo programma: http://programma.votopirata.it/

Nel secondo è chiaro che non posso darti una risposta completa perchè non ne ho le competenze (nessuno qui dentro le ha a mio parere). Ma ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro. Esempio stupido: più gente scarica, più gente ti conosce e viene ai tuoi concerti come ha detto Mike...guadagni meno coi dischi ma di più con il live che peraltro è la vera essenza del musicista e soprattutto a perderci è la casa discografica e non il musicista.

Non funziona forse così l'arte visiva? Vedi un artista, guardi i suoi quadri gratuitamente in rete e se ti piace vai alla sua mostra altrimenti no.

Detto questo, potete essere d'accordo o meno col mio discorso ma fatto sta che questo sistema musicale sta fallendo e fallirà, non potrà fare mai nulla contro il download quindi che ci metta una pietra sopra e escogiti altri metodi per guadagnare.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 25 set 2012 06:05 
Non connesso
Trooper
Avatar utente

Iscritto il: 17 giu 2006 16:15
Messaggi: 2737
Località: Port Royal
da quel link che hai riportato, comunque, molte cose risultano erronee o scritte in modo che non rispetta la realtà. Per esempio, il brevetto su nuove tecnologie a uso industriale o simile non è che diventino SEGRETE e inaccessibili ai più come sembra suggerire l'articolo; al contrario, il brevetto crea un diritto di esclusiva sullo sfruttamento economico di tale invenzione (e mi pare un giusto riconoscimento per chi ha investito ed ha avuto la bravura di arrivare a tale invenzione) ma serve anche, inevitabilmente, a rendere DI PUBBLICO DOMINIO tale scoperta, in modo che chiunque possa accedervi studiando tale invenzione, apportando modifiche sostanziali in modo da arrivare a una nuova tecnologia da poter brevettare a propria volta.
O ad esempio quando dice di prevedere la decadenza dal brevetto dopo un breve termine per mancata realizzazione dell'invenzione... anche questo, è già previsto dalla normativa vigente, anche se in termini più moderati: se entro 3 anni dal brevetto l'invenzione non è stata realizzata, chiunque può chiedere la licenza (che va concessa obbligatoriamente, dietro pagamento) di realizzarla a sue spese.
In ambito musicale, secondo me i concerti non bastano: innanzitutto molti gruppi perderei totalmente la possibilità di supportarli in qualsivoglia modo, visto che l'ultima volta che ho controllato non tutti i gruppi fanno tour mondiali... In secondo luogo, l'idea di base che sta dietro a sti fenomeni di pirati, che sono convinto che sia sempre e solo il non dover cacciare soldi, li porterebbe inevitabilmente ad andare anche a ben pochi concerti visto che in media costano ben più di un disco e visto che se il concerto è in un'altra località e ci si deve spostare, le spese si moltiplicano. Il modo primario per supportare una band, a mio avviso, è comprare i dischi, non andare ai concerti... Perché andare ai concerti è più difficile, se non impossibile (per esempio, come potrei supportare una grandiosa artista come kate bush, visto che non fa praticamente concerti, se non comprando i dischi?).

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 25 set 2012 08:30 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 11 nov 2005 09:54
Messaggi: 1738
Località: Somewhere In Time...
In effetti, Dani, il tuo discorso è più ideologico/utopistico che pratico. Poi, probabilmente, parti - giustamente - dalla tua esperienza, in cui vivi in una zona d'Italia in cui è piuttosto semplice e rapido accedere a una vasta offerta di concerti di numerosi artisti, anche di nicchia. Ma - per usare un esempio estremo - chi sta ad Acireale o a Lecce o a Cagliari come può supportare le band che ama solo con l'attività live?

Io sono della generazione del vinile, quella che, quando andava nel negozio di dischi, di fronte al disco nuovo poteva o affidarsi all'istinto o alla speranza che il negoziante te ne facesse ascoltare un pezzettino (ed era raro, visto che ogni passata di puntina sui solchi era un fruscìo in più la volta dopo): ciononostante ho scoperto le mie perle, ho preso le mie fregature e andava bene così. Ora il mondo è diverso: ci sono svantaggi (gente che scarica di tutto a caso) e vantaggi (tanta gente il cui album non sarebbe stato cagato di striscio, così può avere la sua possibilità).

Personalmente, visto che ora ne ho la possibilità, quando un disco mi incuriosisce lo scarico, lo ascolto e se mi piace lo compro: ho conosciuto un sacco di band così, una su tutti i miei Threshold, dei quali scaricai un paio di album per provare l'allora WinMX e ora ho tutti gli album originali. E non faccio nemmeno distinzione tra grande e piccola band: se la loro musica mi colpisce la compro, perché mi ha dato qualcosa in cambio. Magari se ci sono metodi alternativi per acquistare con meno intermediari possibili lo faccio: per esempo, ho acquistato un album dei Voyager australiani scaricandolo a pagamento dal sito della band (con Paypal direttamente al cantante), dopo averli conosciuti scaricando lo stesso album gratis altrove. Oppure quando ho preso l'album dei Prodigal Sons (li conoscete? Sono bravi) pagandolo al chitarrista (che si sarà tenuto tutto per sé perché è un avido capitalista attaccato al denaro :lol: ).

Quindi, alla fine, il download - come tutte le cose del mondo - non è "buono" o "cattivo" in assoluto, dipende dall'uso che se ne fa. Personalmente, dopo una vita passata a comprare a scatola chiusa, ascolto e, se mi piace, lo compro. Un po' come quando vai in un negozio di vestiti, te lo provi e se ti piace lo compri. Però, Dani, l'acquisto dell'album è un modo importante di supportare una band (anche perché ti permette un'esperienza ripetibile), la sola attività live sarebbe limitante per quelle band che non ne possono fare di intense e per quei fan che per vari motivi non possono presenziare

P.S.: comunque mi sa che siamo un pelino OT. Oltretutto, i Manowar recenti non li scarico neanche e men che meno li compro

_________________
- Do not waste your time searching for those Wasted Years -

--> My Maiden Passion <--

Immagine
Drake ha scritto:
Ci parlo io con sto buco nero, non temete.

James ha scritto:
che culo eh suonare novantiani nell'86


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 25 set 2012 10:20 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 14 mag 2007 19:48
Messaggi: 1237
Località: Charlotte's home
Mr Deadhead ha scritto:
da quel link che hai riportato, comunque, molte cose risultano erronee o scritte in modo che non rispetta la realtà. Per esempio, il brevetto su nuove tecnologie a uso industriale o simile non è che diventino SEGRETE e inaccessibili ai più come sembra suggerire l'articolo; al contrario, il brevetto crea un diritto di esclusiva sullo sfruttamento economico di tale invenzione (e mi pare un giusto riconoscimento per chi ha investito ed ha avuto la bravura di arrivare a tale invenzione) ma serve anche, inevitabilmente, a rendere DI PUBBLICO DOMINIO tale scoperta, in modo che chiunque possa accedervi studiando tale invenzione, apportando modifiche sostanziali in modo da arrivare a una nuova tecnologia da poter brevettare a propria volta.
O ad esempio quando dice di prevedere la decadenza dal brevetto dopo un breve termine per mancata realizzazione dell'invenzione... anche questo, è già previsto dalla normativa vigente, anche se in termini più moderati: se entro 3 anni dal brevetto l'invenzione non è stata realizzata, chiunque può chiedere la licenza (che va concessa obbligatoriamente, dietro pagamento) di realizzarla a sue spese.
In ambito musicale, secondo me i concerti non bastano: innanzitutto molti gruppi perderei totalmente la possibilità di supportarli in qualsivoglia modo, visto che l'ultima volta che ho controllato non tutti i gruppi fanno tour mondiali... In secondo luogo, l'idea di base che sta dietro a sti fenomeni di pirati, che sono convinto che sia sempre e solo il non dover cacciare soldi, li porterebbe inevitabilmente ad andare anche a ben pochi concerti visto che in media costano ben più di un disco e visto che se il concerto è in un'altra località e ci si deve spostare, le spese si moltiplicano. Il modo primario per supportare una band, a mio avviso, è comprare i dischi, non andare ai concerti... Perché andare ai concerti è più difficile, se non impossibile (per esempio, come potrei supportare una grandiosa artista come kate bush, visto che non fa praticamente concerti, se non comprando i dischi?).

Studi giurisprudenza?

_________________
IronSlave ha scritto:
cthulhu SA :wink:

Mr Deadhead ha scritto:
cthulhu, you're the defender god has sent!!!

Helmut ha scritto:
cthulhu è completamente andato :lol:

Irons_V95 ha scritto:
Just true metal. No Beppe, No Party.

ImmagineImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 25 set 2012 10:25 
Non connesso
Rompicoglioni arretrato (alla Hidegkuti)
Avatar utente

Iscritto il: 25 mag 2006 20:57
Messaggi: 3683
Località: Mira
Brace yourselves ... wall of text is coming :mrgreen:


Rubrik ha scritto:
Metal Mike ha scritto:
L'arte NON è MAI stata fruibile a tutti, e tutt'ora non lo è in nessun campo. Non prendiamoci in giro, l'artista dovrebbe poter mangiare, e se una volta a dargli da mangiare ci pensava il mecenate, ora come ora dovrebbe darglielo il suo pubblico, che però spesso trincerandosi dietro ai "prezzi da rapina" scarica e basta. E la cosa che trovo più ridicola di tutto questo è che la maggior parte delle volte quelli che scaricano giga su giga di musica sono proprio quelli che ascoltando generi di musica "depressi" dovrebbero capire che comunque, qualche sacrificio per supportare chi ci "dona" la sua arte.

Non capisco proprio perché ci sia questo bisogno di "legalizzare" il furto dei dischi tramite download, e lo dice uno che di roba ne ha scaricata (anche troppa), ma che quando può cerca di supportare le band che ama, in maniera diretta (della serie il CD lo compro al concerto, così so che i soldi vanno alla band).

Che poi il download abbia anche un certo effetto benefico è indubbio. Io MAI avrei scoperto certe band senza il download, anche perché, diciamolo, chi l'ha mai visto un disco originale di Vanexa-Strana-etc... o anche solo dei Loudness (e non parlo delle ristampe, eh) 10 anni fa?
Di certo però questo effetto è di gran lunga sorpassato dalla gente che scarica montagne di roba, e dalla gente che soprattutto scarica montagne di roba senza comprare un cd che sia uno ...
Fan più danni questi, che il poppettaro di turno che si scarica il singolo del momento, imho.


Io non prendo in giro nessuno, il fatto che sia sempre stato così non significa che allora sia una cosa giusta.
Ci sono moltissimi modi per sopravvivere all'interno del mercato dell'arte, solo che tutti continuano ad aggrapparsi a pilastri obsoleti che stanno inesorabilmente crollando. Senza il ricettacolo di avvoltoi che ha sempre girato attorno a questo tipo di mercato, il panorama musicale ora sarebbe totalmente differente (e 100 volte migliore). Questo mercato ha DISTRUTTO la musica e il giorno che sparirà il mondo sarà un posto migliore.


Perchè non è furto, perlomeno secondo me e soprattutto è inutile cercare di sfidare un nemico così enorme, il modo di pensare va cambiato e rivoluzionato. Bisogna cercare di trarre il maggior beneficio dalle situazioni anzichè temerle e continuare a cercare di combatterle inutilmente.


Ma ... se escludiamo alcuni musicisti non mi pare che la stragrande maggioranza degli artisti se la passi granché bene.
Ma se ci limitiamo al solo mondo della musica è innegabile che le Major abbiano lucrato e lucrino, e che si siano e si stiano affondando con le loro mani.
Detto ciò a leggere le autobiografie di molti rocker della golden era del rock si trae l'impressione (o almeno questa è quella che ne ho tratto io) che gli avvoltoi, ben prima delle label, fossero i manager, che spesso non centravano proprio nulla con le etichette.
Sinceramente però non vedo molte altre alternative al sistema delle label ... cioè, per dire, i Kataklysm si son costruiti da soli ed all'inizio spedivano le loro demo dal Canada alla Germania, dove grazie alla Nuclear Blast venivano poi distribuite.
Secondo me è semplice parlare ora nel mondo globalizzato dove per controllare una spedizione bastano pochi click, ma solo 20 anni fa gente come i Kataklysm ha dovuto lavorare per mettere assieme i soldi per un fax per poter comunicare con una label oltre-oceano.
Non oso immaginare 30, o 40 anni fa, nei 70's dove i SABBATH alla prima tourné in europa son finiti in Svizzera a suonare 2 o 3 volte al giorno nello stesso locale in stile piano bar davanti a 4 gatti...




Mah ... sul non è furto non concordo minimamente. Non pagare niente per usufruire anche solo di un DEMO per me è rubare. C'è gente che dietro la musica c'ha messo impegno, passione, TEMPO e DENARO (spesso di tasca propria) e non remunerare per niente questi sforzi, per me, è un reato ... penso più ideologico che altro.
Sull'inutilità direi che ormai è cosa conclamata. Ma questo non basta a giustificare il furto.







Passando al link...
Alcuni passaggi sono (o forse li trovo io) deliranti e senza senso, tipo questo:
Cita:
Il Partito dei Pirati vuole garantire che non sia possibile sottoporre a brevetto idee astratte, codice per computer, algoritmi e formule matematiche.

Cioè, seriamente? Un engine 3D non potrebbe essere messo sotto brevetto? Siamo seri?


Parlando di quello che ci interessa:
Cita:
Il Partito dei Pirati intende ottenere il riconoscimento legale del diritto del cittadino ad accedere alla Cultura che è disponibile in ogni singolo momento storico nel suo paese.

Il Diritto di Accesso alla Cultura viene violato ogni volta che una casa editrice, od un altro operatore economico, si rifiuta di produrre e/o distribuire un’opera di cui possiede i diritti per ragioni economiche (scarsa remuneratività) o strategiche (logiche di scambio con altre aziende). In questo caso, la responsabilità è dell’azienda e l’intervento dovrà essere teso all’esproprio dei diritti.

Sinceramente queste accuse le trovo semplicemente deliranti.
La storia dell'uomo è fatta di testi dimenticati ed andati perduti, per vari motivi, ma lo stato non può sostituirsi al "volere popolare".

Cioè, intendiamoci, sarebbe bellissimo ed auspicabile avere un archivio (digitalizzato magari?) di tutta l'arte che appartiene, quantomeno agli autori del nostro paese, ma ci rendiamo conto della mole di lavoro che comporterebbe, e della spesa continua a cui sarebbe sottoposta una singola nazione? Altro che la sanità del Lazio... :lol:
Perché se operiamo sotto quest'ottica allora dovremmo schedare, catalogare e classificare anche tutte quelle porcate che gente come Dipré spaccia per arte. Stare a seguire ogni singolo stronzo che si spaccia per artista, e aggiornare costantemente il suo curriculum vitae ...

Ma quanti di questi sono meritevoli di essere ricordati come artisti? Questo purtroppo, volenti o nolenti lo decide e l'ha sempre deciso solo e soltanto il pubblico nell'immediato, e poi forse col passare di una cinquantina d'anni o anche più può essere arrivata la rivalutazione dei critici, ma questo avviene quasi ed esclusivamente per quegli artisti che erano talmente avanti da essere dei precursori, e quindi totalmente incompresi nel loro tempo

Ma lo stato non può, per me, sostituirsi nel giudizio del singolo, che poi va a costituire il giudizio di massa.









Poi ...
Cita:
Il Diritto di Accesso alla Cultura viene violato ogni volta che un cittadino non può accedere ad un’opera, per ragioni economiche o di altro tipo. In questo caso, la responsabilità è dello Stato e l’intervento dovrà essere teso alla copertura dei costi ed alla soluzione dei problemi tecnici di fornitura. Naturalmente, lo Stato ha tutto il diritto di decidere i tempi ed i modi dell’Accesso (Differita TV, DVD, visione/ascolto presso una medioteca, prestito gratuito od a prezzo politico, etc.).

... cosa facciamo? Registriamo OGNI SINGOLA performance live di ogni singolo artista che si esibisce a pagamento in un teatro/alla Scala/nel pub dietro casa?



Bello ... ma praticabile solo nell'iperuranio

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 25 set 2012 11:24 
Non connesso
Trooper
Avatar utente

Iscritto il: 17 giu 2006 16:15
Messaggi: 2737
Località: Port Royal
D'accordo con mike e kyx, che del resto è il re imperatore quindi sono d'accordo per forza!!!

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 25 set 2012 18:54 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
Lasciamo perdere tutta la parte sul copyright perchè è troppo generica e si va veramente troppo OT.

Metal Mike ha scritto:
Ma ... se escludiamo alcuni musicisti non mi pare che la stragrande maggioranza degli artisti se la passi granché bene.
Ma se ci limitiamo al solo mondo della musica è innegabile che le Major abbiano lucrato e lucrino, e che si siano e si stiano affondando con le loro mani.
Detto ciò a leggere le autobiografie di molti rocker della golden era del rock si trae l'impressione (o almeno questa è quella che ne ho tratto io) che gli avvoltoi, ben prima delle label, fossero i manager, che spesso non centravano proprio nulla con le etichette.
Sinceramente però non vedo molte altre alternative al sistema delle label ... cioè, per dire, i Kataklysm si son costruiti da soli ed all'inizio spedivano le loro demo dal Canada alla Germania, dove grazie alla Nuclear Blast venivano poi distribuite.
Secondo me è semplice parlare ora nel mondo globalizzato dove per controllare una spedizione bastano pochi click, ma solo 20 anni fa gente come i Kataklysm ha dovuto lavorare per mettere assieme i soldi per un fax per poter comunicare con una label oltre-oceano.
Non oso immaginare 30, o 40 anni fa, nei 70's dove i SABBATH alla prima tourné in europa son finiti in Svizzera a suonare 2 o 3 volte al giorno nello stesso locale in stile piano bar davanti a 4 gatti...


Io parlo di adesso non di 20, 30 o 40 anni fa.

Metal Mike ha scritto:
Mah ... sul non è furto non concordo minimamente. Non pagare niente per usufruire anche solo di un DEMO per me è rubare. C'è gente che dietro la musica c'ha messo impegno, passione, TEMPO e DENARO (spesso di tasca propria) e non remunerare per niente questi sforzi, per me, è un reato ... penso più ideologico che altro.
Sull'inutilità direi che ormai è cosa conclamata. Ma questo non basta a giustificare il furto.


Da musicista non la penso così. E' chiaro che mi fa piacere essere finanziato da chi apprezza la mia musica, ma se uno non se la sente di spenderci dei soldi per me è liberissimo di ascoltarselo in formato digitale gratis. Per le gratificazioni sono altre.

Anche io penso che NON sia reato ideologicamente, il mio non è un solo sentimento di rassegnazione. Anzi sono contento che vada così. Chiaramente abbiamo divergenze d'opinione, ma capisco il tuo punto di vista e sicuramente non biasimo la tua posizione.

kyx ha scritto:
Quindi, alla fine, il download - come tutte le cose del mondo - non è "buono" o "cattivo" in assoluto, dipende dall'uso che se ne fa. Personalmente, dopo una vita passata a comprare a scatola chiusa, ascolto e, se mi piace, lo compro. Un po' come quando vai in un negozio di vestiti, te lo provi e se ti piace lo compri. Però, Dani, l'acquisto dell'album è un modo importante di supportare una band (anche perché ti permette un'esperienza ripetibile), la sola attività live sarebbe limitante per quelle band che non ne possono fare di intense e per quei fan che per vari motivi non possono presenziare

Io non ho mica detto che è la sola esperienza live che finanzierà il gruppo. Ho anche specificato che era un esempio stupido buttato lì. Tanti gruppi stanno cercando di sopperire creando del merchandise più vario e originale.
Il problema è che nonostante voi siate d'accordo o no adesso la situazione è questa e nessuno (nemmeno l'FBI con la sua genialata di chiudere megaupload) o il governo (con quelle proposte di legge criminali chiamate SOPA e ACTA) potranno mai fare nulla per combatterla, stanno solo cercando di posticipare il più a lungo possibile il giorno in cui saranno costretti ad arrendersi e a legalizzare il download.

Il download ora è quasi completamente cattivo in assoluto proprio perchè al posto di sfruttarne i lati positivi la gente continua a impuntarsi sulla loro battaglia persa.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 26 set 2012 09:50 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 11 nov 2005 09:54
Messaggi: 1738
Località: Somewhere In Time...
Rubrik ha scritto:
Io non ho mica detto che è la sola esperienza live che finanzierà il gruppo. Ho anche specificato che era un esempio stupido buttato lì. Tanti gruppi stanno cercando di sopperire creando del merchandise più vario e originale.

No, dai, davvero credi di far sopravvivere un gruppo vendendo magliette? Fai lo stilista, allora...
Seriamente, secondo me, oggi, forse solo i Maiden - per l'iconografia che hanno - potrebbero "vivere" di merchandising, credo che nemmeno i Metallica o i Judas Priest ci riuscirebbero.

Rubrik ha scritto:
Il problema è che nonostante voi siate d'accordo o no adesso la situazione è questa e nessuno (nemmeno l'FBI con la sua genialata di chiudere megaupload) o il governo (con quelle proposte di legge criminali chiamate SOPA e ACTA) potranno mai fare nulla per combatterla, stanno solo cercando di posticipare il più a lungo possibile il giorno in cui saranno costretti ad arrendersi e a legalizzare il download.

Il download ora è quasi completamente cattivo in assoluto proprio perchè al posto di sfruttarne i lati positivi la gente continua a impuntarsi sulla loro battaglia persa.

Ma io sono d'accordo con te che probabilmente (anzi, sicuramente) la lotta al download selvaggio è una battaglia persa. Tuttavia, questo non lo rende condivisibile o auspicabile come sembri volere tu. Anche perché, permettimi, il musicista è un artista come uno scultore o un pittore: allora perché per questi ultimi è normale pagare (sia per l'acquisto diretto dell'opera, sia tramite visita a un museo) per avere godimento della loro arte? Il musicista (e un po' anche lo scrittore, anche se lì è una cosa leggermente diversa per un fatto di cultura, ma è un altro discorso) è un'artista di serie B o è semplicemente più "sfortunato" perché crea opere che possono essere facilmente duplicate e trasferite tramite un mezzo che ormai hanno tutti?
Qui parliamo di rispettare (che verbo sempre più in disuso) il lavoro altrui. E basta. I musicisti non possono essere le vere vittime dell'odio verso le case discografiche da parte di chi dietro questa lotta - permettimi, molto faziosa ed ideologica a voler essere buoni, venale ed opportunista a voler essere cattivi - ai colossi discografici nasconde la semplice volontà di non cacciare fuori soldi per avere qualcosa. Altrimenti, la proposta giusta poteva essere di scaricare gli album dai siti delle band (tutte ne hanno uno) pagando solo loro e non i vari intermediari. Ma mi pare di aver capito (non ho letto tutto, perdonami se sbaglio) che quello che si vuole è solo avere tutto gratis, nascondendosi dietro un pretestuoso diritto all'arte (tra l'altro, l'abuso della parola "diritto" associato a qualsiasi cosa, combinato alla contestuale eliminazione della parola "dovere" sui medesimi argomenti, è forse il peggiore dei mali di oggi. Ma lasciamo stare, che qui si va sul sociologico pesante).
Comunque sia, se sei d'accordo con quella impostazione, a questo punto mi chiedo se sia stato giusto darti i soldi per l'album dei Prodigal, visto che l'artista che volevo nel mio piccolo supportare non apprezza il mio sforzo (o, quantomeno, mi dà indirettamente del bischero per aver pagato una cosa che potevo avere gratis), preferendomi magari chi gli ha comprato la maglietta o è andato ad un suo concerto (è una provocazione, Dani, un'esagerazione voluta, non la prendere letteralmente)

_________________
- Do not waste your time searching for those Wasted Years -

--> My Maiden Passion <--

Immagine
Drake ha scritto:
Ci parlo io con sto buco nero, non temete.

James ha scritto:
che culo eh suonare novantiani nell'86


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 26 set 2012 10:02 
Non connesso
Trooper
Avatar utente

Iscritto il: 29 giu 2005 20:00
Messaggi: 2140
Località: Cingoli (MC)
Vado ancora controcorrente ma secondo me un gruppo oggi come oggi se muore non è perchè non ha i soldi per continuare ad andare avanti o perchè non gli arrivano soldi da dischi/live/merchandising

_________________
ImmagineImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 26 set 2012 19:15 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
kyx ha scritto:
[...]


-Ma mi spiegate quando io avrei detto che la musica non va comprata? Io ho specificato che sono il primo a farlo e che se un gruppo ti piace è giusto (e gratificante) poterlo finanziare. E' sbagliato SOLO quando si parla di Major (sempre a mio parere).
Il fatto che la musica possa essere comprata non mi impedisce comunque di pensare che la sua circolazione nella rete in forma gratuita non sia un bene per la società. Io ho capito il vostro punto di vista e ho spiegato il mio, non so più che altro dire sinceramente se non: opinioni, entrambi rispettabili (almeno per me).

-Non si sopravvive di magliette no e infatti tutti i gruppi moderni vivono di concerti perchè è l'unica cosa che gli permette di vivere. "In waves" dei Trivium ha venduto 22.000 copie nella prima settimana di uscita e il cantante ha ricevuto dalla propria etichetta un assegno di 1,31 dollari., capisci perchè questo mercato deve fallire? Solo così i musicisti potranno finalmente ricominciare a respirare.
Inoltre penso che una classifica dei vendite in un ipotetico futuro, dove il mercato musicale è fallito e il download è diventato legale, sarebbe molto più meritocratica di adesso.

-Il tuo esempio sull'andare alle mostre sinceramente lo vedo molto più paragonabile all'andare a un concerto live.
Scarichi le immagini del pittore che ti piace------>scarichi mp3
Vai alla mostra -------> Vai al concerto
Se ti piace prendi il libro------> prendi il cd
Poi è inutile adesso stare a disquisire su quest'esempio perchè ovviamente ci sono decine di punti di vista e variabili, ma io la vedo così.

-Il succo del mio discorso è questo: se vi piace la musica COMPRATELA e fate bene a farlo (io stesso lo faccio), ma non combattete la libertà di farla circolare a più gente possibile: a chi non può permettersela e a chi invece non ha voglia di sborsarci i soldi perchè è uno stronzo. Se invece volete combatterla mi spiace, perderete.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26 set 2012 19:32 
Non connesso
Powerslave
Avatar utente

Iscritto il: 23 gen 2008 21:35
Messaggi: 898
Località: Padova (PD)
Non date i soldi ai musicisti che poi ci si comprano la droga ed iniziano a fare dischi schifosi.

_________________
Grasse risate:
Cita:
Hai tutti contro, ricordatelo

Cita:
però tu sei una persona patetica

Cita:
Dedalus sei una bella fica

Cita:
EROE

Cita:
Ho deciso che le persone più sfortunate non sono i bambini negri dell'africa ma gli amici i stephen dedalus


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26 set 2012 22:35 
Non connesso
Trooper
Avatar utente

Iscritto il: 17 giu 2006 16:15
Messaggi: 2737
Località: Port Royal
Stephen Dedalus ha scritto:
Non date i soldi ai musicisti che poi ci si comprano la droga ed iniziano a fare dischi schifosi.

la droga ha sostanzialmente prodotto l'80% dei dischi più belli di sempre!

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26 set 2012 22:36 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 20 nov 2011 21:29
Messaggi: 1057
In verità con la droga li fanno clamorosi; è quando si comprano le macchine e vanno a giocare a golf che cominci a sentire puzza di merda.

_________________
Immagine

"Today a young man on acid realized that all matter is merely energy condensed to a slow vibration, that we are all one consciousness experiencing itself subjectively, there is no such thing as death, life is only a dream, and we are the imagination of ourselves. Heres Tom with the Weather."


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26 set 2012 23:16 
Non connesso
Powerslave
Avatar utente

Iscritto il: 23 gen 2008 21:35
Messaggi: 898
Località: Padova (PD)
Mr Deadhead ha scritto:
la droga ha sostanzialmente prodotto l'80% dei dischi più belli di sempre!

Diciamo che non sono più d'accordo ma non è un discorso che vale la pena approfondire, essendo questione di gusti.

Cmq,
"Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla" - Captain Beefheart

Un uomo che di musica ha sempre capito poco, però, ecco, di altre cose sembrerebbe di più.

Premesso che compro cd, credo, per ogni cinquantesimo di musica che ascolto e da quello che ho capito in questi anni ho una frequenza non di molto inferiore alla media del forum - al di là della proporzione.
Ad un autore (se poi è un artista ancora meglio) più che se il disco è scaricato, è comprato, è caduto dal cielo, interessa essere ascoltato e che il messaggio, o quantomeno un messaggio, arrivi. Almeno, per la maggior parte di loro è così. Se non lo è, poco mi interessa. E' reato regalare un cd ad un amico? Prestarlo? Farglielo ascoltare in auto? Be', con internet il mio amico è australiano, ha un blog ed uppa in .flac i concerti per piano ed orchestra di Ravel. E' la stessa cosa. Solo che prende meno soldi il miliardario della Deutsche Grammophone. Mai sentito parlare di morti di fame grandi artisti (almeno dal dopoguerra in poi).

_________________
Grasse risate:
Cita:
Hai tutti contro, ricordatelo

Cita:
però tu sei una persona patetica

Cita:
Dedalus sei una bella fica

Cita:
EROE

Cita:
Ho deciso che le persone più sfortunate non sono i bambini negri dell'africa ma gli amici i stephen dedalus


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 09:05 
Non connesso
Rompicoglioni arretrato (alla Hidegkuti)
Avatar utente

Iscritto il: 25 mag 2006 20:57
Messaggi: 3683
Località: Mira
Rubrik ha scritto:
-Non si sopravvive di magliette no e infatti tutti i gruppi moderni vivono di concerti perchè è l'unica cosa che gli permette di vivere. "In waves" dei Trivium ha venduto 22.000 copie nella prima settimana di uscita e il cantante ha ricevuto dalla propria etichetta un assegno di 1,31 dollari., capisci perchè questo mercato deve fallire? Solo così i musicisti potranno finalmente ricominciare a respirare.
Inoltre penso che una classifica dei vendite in un ipotetico futuro, dove il mercato musicale è fallito e il download è diventato legale, sarebbe molto più meritocratica di adesso.


In realtà vivono ormai, veramente, di magliette.
Ora non per tirarmela (un po' si, dai... :lol: ) ma uno dei miei migliori amici è batterista dei NODE, non sta gran band ma una band che gira da tanto e che conosce la scena. Soprattutto Gary (il chitarrista, nonché ormai unico membro "semi-fondatore").
A ferragosto c'è stata l'occasione di parlarci, e beh non dico che ti apre un mondo, però di sicuro mi ha raccontato vari aneddoti di cui non sarei mai venuto a conoscenza (la cosa più banale che sanno anche i sassi, ma io no, che RockTV è del figlio di Galliani, che aveva pure una band :shock: :lol: ).
Vabbè, tra le varie cose, è saltato fuori che lui è amicone del chitarrista dei Lacuna Coil, al che ci si è messi a parlare di come stanno, e beh .... di merda. Nel senso che non hanno un soldo bucato perché TUTTO quello che hanno e guadagnano lo reinvestono nella band, tra promozione, "iscrizione" ( :roll: ) ai tour (vedasi: OZZFEST), pagamento di spese extrabudget in fase di registrazione (se ho ben capito han tipo sganciato 200 000€ per l'ultima produzione :shock: ).

Ed insomma, per non tirarla eccessivamente, le uniche entrate sono quelle che arrivano dal merch con i membri che quando rientrano in Italia sono qui praticamente a far la fame.

E stiamo parlando, probabilmente, della band italiana "alternative" più riconosciuta a livello mondiale.

Ripeto che secondo me fan più danno i mafiosi che gestiscono la mafia dei concerti di quelli che gestiscono la distribuzione musicale...

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 09:41 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
Metal Mike ha scritto:
Rubrik ha scritto:
-Non si sopravvive di magliette no e infatti tutti i gruppi moderni vivono di concerti perchè è l'unica cosa che gli permette di vivere. "In waves" dei Trivium ha venduto 22.000 copie nella prima settimana di uscita e il cantante ha ricevuto dalla propria etichetta un assegno di 1,31 dollari., capisci perchè questo mercato deve fallire? Solo così i musicisti potranno finalmente ricominciare a respirare.
Inoltre penso che una classifica dei vendite in un ipotetico futuro, dove il mercato musicale è fallito e il download è diventato legale, sarebbe molto più meritocratica di adesso.


In realtà vivono ormai, veramente, di magliette.
Ora non per tirarmela (un po' si, dai... :lol: ) ma uno dei miei migliori amici è batterista dei NODE, non sta gran band ma una band che gira da tanto e che conosce la scena. Soprattutto Gary (il chitarrista, nonché ormai unico membro "semi-fondatore").
A ferragosto c'è stata l'occasione di parlarci, e beh non dico che ti apre un mondo, però di sicuro mi ha raccontato vari aneddoti di cui non sarei mai venuto a conoscenza (la cosa più banale che sanno anche i sassi, ma io no, che RockTV è del figlio di Galliani, che aveva pure una band :shock: :lol: ).
Vabbè, tra le varie cose, è saltato fuori che lui è amicone del chitarrista dei Lacuna Coil, al che ci si è messi a parlare di come stanno, e beh .... di merda. Nel senso che non hanno un soldo bucato perché TUTTO quello che hanno e guadagnano lo reinvestono nella band, tra promozione, "iscrizione" ( :roll: ) ai tour (vedasi: OZZFEST), pagamento di spese extrabudget in fase di registrazione (se ho ben capito han tipo sganciato 200 000€ per l'ultima produzione :shock: ).

Ed insomma, per non tirarla eccessivamente, le uniche entrate sono quelle che arrivano dal merch con i membri che quando rientrano in Italia sono qui praticamente a far la fame.

E stiamo parlando, probabilmente, della band italiana "alternative" più riconosciuta a livello mondiale.

Ripeto che secondo me fan più danno i mafiosi che gestiscono la mafia dei concerti di quelli che gestiscono la distribuzione musicale...
Ma perchè sono loro dei poveri imbecilli. Sei sotto una major che ti ciuccia il 90% dei tuoi guadagni e sei tu a pagarti lo studio e l'iscrizione ai fest? Mandali affanculo e comincia a vedere per conto tuo, ma la fama fa troppa gola e loro preferiscono vendere 100.000 dischi e guadagnarci 1000€ piuttosto che venderne 10.000 e guadagnarne 10.000€.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 09:44 
Non connesso
Rompicoglioni arretrato (alla Hidegkuti)
Avatar utente

Iscritto il: 25 mag 2006 20:57
Messaggi: 3683
Località: Mira
Rubrik ha scritto:
Ma perchè sono loro dei poveri imbecilli. Sei sotto una major che ti ciuccia il 90% dei tuoi guadagni e sei tu a pagarti lo studio e l'iscrizione ai fest? Mandali affanculo e comincia a vedere per conto tuo, ma la fama fa troppa gola e loro preferiscono vendere 100.000 dischi e guadagnarci 1000€ piuttosto che venderne 10.000 e guadagnarne 10.000€.

Sinceramente non credo ci siano tante possibilità di entrare in un festival come l'OzzFest senza il supporto di una Major ... poi boh, questa tua sicurezza nel giudicare certe situazioni la trovo un po' esagerata.

Insomma, per me bisognerebbe prima trovarcisi dentro, in quella mafia, eh.......

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 09:50 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
Metal Mike ha scritto:
Rubrik ha scritto:
Ma perchè sono loro dei poveri imbecilli. Sei sotto una major che ti ciuccia il 90% dei tuoi guadagni e sei tu a pagarti lo studio e l'iscrizione ai fest? Mandali affanculo e comincia a vedere per conto tuo, ma la fama fa troppa gola e loro preferiscono vendere 100.000 dischi e guadagnarci 1000€ piuttosto che venderne 10.000 e guadagnarne 10.000€.

Sinceramente non credo ci siano tante possibilità di entrare in un festival come l'OzzFest senza il supporto di una Major ... poi boh, questa tua sicurezza nel giudicare certe situazioni la trovo un po' esagerata.

Insomma, per me bisognerebbe prima trovarcisi dentro, in quella mafia, eh.......
Ma infatti non ci devi andare all'Ozzfest. Il succo è: hai voluto firmare un patto con il diavolo? Ora ne paghi le conseguenze, stai zitto e non ti lamenti, sei un loro schiavo, ti spolperanno fino a quando non gli servirai più.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 10:04 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 11 nov 2005 09:54
Messaggi: 1738
Località: Somewhere In Time...
Rubrik ha scritto:
-Il succo del mio discorso è questo: se vi piace la musica COMPRATELA e fate bene a farlo (io stesso lo faccio), ma non combattete la libertà di farla circolare a più gente possibile: a chi non può permettersela e a chi invece non ha voglia di sborsarci i soldi perchè è uno stronzo. Se invece volete combatterla mi spiace, perderete.

E chi la combatte? Sono stato il primo a dire che in quel modo ho scoperto band che amo e che probabilmente non avrei mai scoperto.
Quello che contesto è la parte "ideologica", quella che pretende che tale diffusione sia una sorta di diritto divino che esime il fruitore finale dal pagare il giusto prezzo all'artista per quanto prodotto.
Mi dispiace per chi non può permettersela, ma non è un bene primario: anch'io vorrei una Ferrari, ma non posso permettermela, mica per questo vado davanti al concessionario a vantare un qualche diritto di guidarla. Magari me la fanno anche provare, ma poi non posso portarmela a casa.
Chi non ha voglia di sborsarci soldi non è uno stronzo (o meglio, non solo), bensì un ladro. Lo dice la legge, ma lo dice anche il buon senso.

Con questo, per concludere, non contesto - anzi, condivido - la diffusione della musica in rete, contesto la pretesa che anche se un qualcosa ti piace tu non debba pagare il giusto a chi ha prodotto quel tal qualcosa.

Che poi vada cambiato il modo in cui far arrivare i soldi all'artista, quello è un altro paio di maniche e sono d'accordo.

Rubrik ha scritto:
Ma perchè sono loro dei poveri imbecilli. Sei sotto una major che ti ciuccia il 90% dei tuoi guadagni e sei tu a pagarti lo studio e l'iscrizione ai fest?

Ecco, in questo la penso esattamente come te.

_________________
- Do not waste your time searching for those Wasted Years -

--> My Maiden Passion <--

Immagine
Drake ha scritto:
Ci parlo io con sto buco nero, non temete.

James ha scritto:
che culo eh suonare novantiani nell'86


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 10:11 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
kyx ha scritto:
Rubrik ha scritto:
Quello che contesto è la parte "ideologica", quella che pretende che tale diffusione sia una sorta di diritto divino che esime il fruitore finale dal pagare il giusto prezzo all'artista per quanto prodotto.
Mi dispiace per chi non può permettersela, ma non è un bene primario: anch'io vorrei una Ferrari, ma non posso permettermela, mica per questo vado davanti al concessionario a vantare un qualche diritto di guidarla. Magari me la fanno anche provare, ma poi non posso portarmela a casa.
Chi non ha voglia di sborsarci soldi non è uno stronzo (o meglio, non solo), bensì un ladro. Lo dice la legge, ma lo dice anche il buon senso.

Sinceramente paragonare una ferrari alla musica mi sembra del tutto fuori luogo. Il primo è un bene di lusso il secondo dovrebbe essere un bene artistico (anche se viene tassato come bene di lusso).
Comunque io ho capito il tuo punto di vista, mi fa piacere che tu lo esprima e lo ritengo validissimo, ma non lo condivido e di più arrivati a questo punto non so cosa dire.
L'arte è di tutti e io ho una concezione diversa di ladro.

PS: e se io ho iniziato ad ascoltare i Maiden è perchè un amico mi ha masterizzato il cd di rock in rio, altrimenti non li avrei mai comprati.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 10:49 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 11 nov 2005 09:54
Messaggi: 1738
Località: Somewhere In Time...
Rubrik ha scritto:
Sinceramente paragonare una ferrari alla musica mi sembra del tutto fuori luogo. Il primo è un bene di lusso il secondo dovrebbe essere un bene artistico (anche se viene tassato come bene di lusso).

Era volutamente esagerato, per rendere l'idea. Avrei potuto usare anche una qualsiasi macchina normale (che, ad oggi, non mi posso permettere ugualmente), ma avrebbe reso meno l'idea.

Rubrik ha scritto:
L'arte è di tutti

Ma cos'è l'arte? Anche una Ferrari, o un iPhone, persino un incontro sportivo possono essere considerati "arte", sotto certi punti di vista. Anche un professionista molto bravo nel suo lavoro (chessò, un fabbro o un falegname, persino un muratore) può essere definito "artista".
Comunque, basta decidere che un artista (e tutti gli artisti devono essere d'accordo) è un benefattore, un filantropo, uno che vive d'aria e d'amore e allora mi va benissimo, sarei il primo a goderne i frutti. Il problema è che senza il normale, sacrosanto ritorno economico, in futuro rischieremmo di avere molta meno arte di cui godere, visto che l'artista si troverà a dover far altro pur di campare in qualche modo, se non può farlo con la sua arte.

Rubrik ha scritto:
io ho una concezione diversa di ladro.

Ladro è chi si prende senza pagare un qualcosa che ha un prezzo. Bada bene, non dico che il prezzo sia giusto o che sia giusto che ci sia (questo è un altro discorso, sul quale credo saremmo più in sintonia): dico che, ad oggi, c'è e se non paghi sei un ladro.

Rubrik ha scritto:
PS: e se io ho iniziato ad ascoltare i Maiden è perchè un amico mi ha masterizzato il cd di rock in rio, altrimenti non li avrei mai comprati.

Però poi li hai comprati, eppure potevi tenerti quel cd masterizzato. La differenza è tutta lì.

_________________
- Do not waste your time searching for those Wasted Years -

--> My Maiden Passion <--

Immagine
Drake ha scritto:
Ci parlo io con sto buco nero, non temete.

James ha scritto:
che culo eh suonare novantiani nell'86


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 27 set 2012 11:32 
Non connesso
ADMIN Megatanto Fes!!!
Avatar utente

Iscritto il: 15 apr 2006 18:20
Messaggi: 4043
Località: Brescia
Kyx ha scritto:
L'arte è di tutti
Ma cos'è l'arte? Anche una Ferrari, o un iPhone, persino un incontro sportivo possono essere considerati "arte", sotto certi punti di vista. Anche un professionista molto bravo nel suo lavoro (chessò, un fabbro o un falegname, persino un muratore) può essere definito "artista".
Comunque, basta decidere che un artista (e tutti gli artisti devono essere d'accordo) è un benefattore, un filantropo, uno che vive d'aria e d'amore e allora mi va benissimo, sarei il primo a goderne i frutti. Il problema è che senza il normale, sacrosanto ritorno economico, in futuro rischieremmo di avere molta meno arte di cui godere, visto che l'artista si troverà a dover far altro pur di campare in qualche modo, se non può farlo con la sua arte.
Qui si entra in un discorso troppo ampio sull'arte e non arte. Parlando della seconda parte il ritorno economico ci sarà sempre e comunque, solo bisognerà puntare su cose differenti. Ci sono centinaia di modi per guadagnare con la musica al di fuori della vendita della musica stessa. E' chiaro che finchè esisterà questo sistema economico musicale a prenderlo nel culo saranno sempre i musicisti. Va riformato, ma se non lo si fa per poter succhiare quegli ultimi 4 soldi allora la situazione non potrà che peggiorare.
Dalle vostre descrizioni pare che un musicista non possa guadagnare nulla se non con la vendita della musica stessa. Non è così ed è chiaro che bisogna entrare in una nuova concezione di economia musicale che a tutti ora sembra follia, ma che magari tra 10 anni sarà la normalità. Il mondo è così, in continua evoluzione e l'uomo è sempre stato in grado di sfruttare le opportunità che ogni nuova situazione gli concede. La musica va così male perchè è fossilizzata, va rivoluzionata.

Kyx ha scritto:
Ladro è chi si prende senza pagare un qualcosa che ha un prezzo. Bada bene, non dico che il prezzo sia giusto o che sia giusto che ci sia (questo è un altro discorso, sul quale credo saremmo più in sintonia): dico che, ad oggi, c'è e se non paghi sei un ladro.
Ladro per me è qualcuno che sottrae qualcosa a qualcun altro senza pagarlo. Nel 2012 la tua definizione di ladro secondo me non può esistere, perchè in quel caso il 99% delle persone risulterebbero ladri levando il senso al significato stesso della parola o del concetto.

Kyx ha scritto:
Però poi li hai comprati, eppure potevi tenerti quel cd masterizzato. La differenza è tutta lì.
Io si, ma ho sempre specificato che a me fa piacere comprare musica.

_________________
Immagine Immagine
http://www.myspace.com/prodigalsonsitalia
Antagonista e me ne compiaccio
Rampopò ha scritto:
Il pianoforte non ha la distorsione quindi fa cagare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manowar
MessaggioInviato: 28 set 2012 09:02 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 11 nov 2005 09:54
Messaggi: 1738
Località: Somewhere In Time...
Rubrik ha scritto:
Kyx ha scritto:
Ladro è chi si prende senza pagare un qualcosa che ha un prezzo. Bada bene, non dico che il prezzo sia giusto o che sia giusto che ci sia (questo è un altro discorso, sul quale credo saremmo più in sintonia): dico che, ad oggi, c'è e se non paghi sei un ladro.
Ladro per me è qualcuno che sottrae qualcosa a qualcun altro senza pagarlo. Nel 2012 la tua definizione di ladro secondo me non può esistere, perchè in quel caso il 99% delle persone risulterebbero ladri levando il senso al significato stesso della parola o del concetto.

Bella questa sottigliezza. Letale per qualsiasi artista concettuale, ma bella.

Sulla seconda parte, non ho capito perché una cosa che - a torto o a ragione - è illegale, siccome è fatta dal 99% della gente salvi questi ultimi dall'illegalità.

Ma guarda che poi, alla fine, la differenza tra noi è riconducibile a un singolo aspetto: per me è giusto che la gente possa scaricare tutto, però poi dovrebbe pagare ciò che gli è piaciuto, per te invece possono scaricare e basta senza alcun obbligo precedente o successivo.
Per il resto credo che siamo d'accordo in molti aspetti, soprattutto nel definire l'attuale mercato discografico - soprattutto le grandi etichette discografiche così come sono impostate oggi - del tutto obsolete, avide e irrispettose di coloro che li fanno guadagnare, cioè gli artisti. Come situazione somiglia un po' a quella che esisteva prima (ma che in parte esiste tutt'ora, credo) nell'editoria del fumetto negli USA, con Marvel e DC che prendevano pieno e legale possesso dei diritti sui personaggi che i loro autori creavano, lasciando a questi ultimi le briciole o anche meno.
Lì hanno provato a cambiare qualcosa (vedi la Image di Todd McFarlane e altri, anche se non seguendo più la scena da una quindicina di anni buoni non so oggi a cosa siano arrivati), nel mondo discografico - forse perché più potente - non vedo cedimenti nelle posizioni anacronistiche di molte label. E concordo che di questo passo il sistema così concepito non potrà durare ancora per molto

_________________
- Do not waste your time searching for those Wasted Years -

--> My Maiden Passion <--

Immagine
Drake ha scritto:
Ci parlo io con sto buco nero, non temete.

James ha scritto:
che culo eh suonare novantiani nell'86


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 28 set 2012 10:31 
Non connesso
Tailgunner
Avatar utente

Iscritto il: 15 mag 2005 19:03
Messaggi: 1543
Località: Cremona, Lombardia
Anche io scarico e, in linea di massima, compro quello che mi è piaciuto, però non è molto corretto nemmeno cosi.

E tutti quegli album che ho scaricato, ascoltato (magari anche più volte) e non mi sono piaciuti? Quello non è stato "rubare", anche se poi ho eliminato i file?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 60 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it