Forum Iron Maiden Italia
http://www.maidenitalia.com/forum/

metal core
http://www.maidenitalia.com/forum/viewtopic.php?f=5&t=20322
Pagina 1 di 2

Autore:  Oslo [ 31 mar 2011 20:30 ]
Oggetto del messaggio:  metal core

modernisti parlate

Autore:  valkyr [ 31 mar 2011 20:33 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

MetalCore in un senso preciso o in tutte le sue sfaccettature?

Per dire, anche i Between the Buried and Me sono considerati - da alcuni - metalcore...

Autore:  Oslo [ 31 mar 2011 20:39 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

la domanda è vaga per poter coinvolgere tutti...io apprezzo qul filone di gruppi vicini al death/thrash
le cagate emo le schifo

Autore:  Crom dei Cimmeri [ 01 apr 2011 10:57 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

ho veramente rotto i maroni.

Autore:  pleasure [ 01 apr 2011 12:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

ho veramente rotto i maroni

Autore:  Metal Mike [ 01 apr 2011 14:20 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Immagine

Perché sono davvero tra i pochi che hanno caratteristiche METAL e HARDCORE unite in un singolo pezzo.



I troiai modernisti mi fanno quasi tutti cagare ...
Si possono salvare giusto loro ...
Immagine

Ma in realtà è solo NYHC ultrapompato con venature thrash .......

Autore:  Oslo [ 01 apr 2011 17:54 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

i Lamb of God? i Neaera?

Autore:  Metal Mike [ 01 apr 2011 18:09 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

I Lamb Of God sono bravi dal vivo ... ma su cd sono noiosi ... solo tracce ritmate, mid-tempo .... ma una cazzo di "tupa-tupa" song per spezzare al monotonia, no, eh?

Autore:  Oslo [ 01 apr 2011 18:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Boh oddio Chris Adler non mi fa scappare nemmeno uno sbadiglio. concordo con te sul fatto che live abbiamo un impatto completamente diverso, li conobbi per la prima volta all'unholy alliance a milano, il giorno dopo presi sacarament

Autore:  bob mallo [ 03 apr 2011 22:08 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

every time i die
dillinger escape plan
hatebreed


chiudete il thread.

Autore:  Metal Mike [ 04 apr 2011 16:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

bob mallo ha scritto:
dillinger escape plan

Non è metal-core, dai, cazzo..........

Autore:  Mr Deadhead [ 04 apr 2011 17:26 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

più che altro, è una merda. Rimando a quanto detto dagli anal cunt sul loro conto



Anyone Who Likes The Dillinger Escape Plan Is A Faggot


Harvey Fierstein told me you guys ruled
John Zorn called to tell me you’re great
The caller ID was from a gay bar
You guys fucking suck

Any guy who likes you
Likes Neurosis and dicks up his ass
You think you’re so fucking original
Gay bars used to be original too

You never get bad reviews
Because all the writers shoot up cum
Everyone who likes you
Is a gay homosexual faggot

Autore:  gene hoglan [ 04 apr 2011 17:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

scusatemi, ma io non ci capisco niente. l'opzione "cos'è?" per me è proprio la più indicata.

provo a spiegarmi meglio: stiam parlando di quelle band che nella seconda metà degli '80 mischiavano coraggiosamente i bei riffoni thrash al sudore e all'irruenza hardcore? ovvero i vari D.R.I., suicidal tendencies, no mercy, primi C.O.C., cro-mags, S.O.D., agnostic front ecc.

oppure stiam parlando di quelle band uscite più recentemente diciamo sul finire dei '90?

ho dato un'occhiata su wikipedia e mi son confuso ancor di più le idee.

se la seguente pagina può essere attendibile, conosco poco e quel poco non mi piace
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria: ... _metalcore

se invece stiam parlando dei primi di cui ho parlato le cose cambiano, in special modo per suicidal tendencies e D.R.I. due band per le quali stravedo

Autore:  Miguel [ 04 apr 2011 18:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Metal Mike ha scritto:
bob mallo ha scritto:
dillinger escape plan

Non è metal-core, dai, cazzo..........

Credo che dovrei provare ad ascoltarli.

Autore:  Oslo [ 04 apr 2011 20:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Conosco il filone fine anni '90...dei suicidal tendecies sto provando ad ascoltare join the army

Autore:  Metal Mike [ 04 apr 2011 20:14 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Mr Deadhead ha scritto:
più che altro, è una merda. Rimando a quanto detto dagli anal cunt sul loro conto

mah ...... guarda, a me "piace" solo l'album con Patton

In linea di massima, per quanto possa sembrare strano, sono una band molto più attinente all'hardcore moderno che al mondo metal, con cui, secondo me tutto il movimento ha in comune solo le distorsioni delle chitarre e l'uso del doppio pedale :lol:



gene hoglan ha scritto:
scusatemi, ma io non ci capisco niente. l'opzione "cos'è?" per me è proprio la più indicata.

provo a spiegarmi meglio: stiam parlando di quelle band che nella seconda metà degli '80 mischiavano coraggiosamente i bei riffoni thrash al sudore e all'irruenza hardcore? ovvero i vari D.R.I., suicidal tendencies, no mercy, primi C.O.C., cro-mags, S.O.D., agnostic front ecc.

oppure stiam parlando di quelle band uscite più recentemente diciamo sul finire dei '90?

ho dato un'occhiata su wikipedia e mi son confuso ancor di più le idee.

se la seguente pagina può essere attendibile, conosco poco e quel poco non mi piace
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria: ... _metalcore

se invece stiam parlando dei primi di cui ho parlato le cose cambiano, in special modo per suicidal tendencies e D.R.I. due band per le quali stravedo


Allora ... a parte che gli Agnostic per quanto siano tamarri, per me fanno parte del filone:
Immagine
che sì, è estremamente tamarro e "metalluso" però sempre HC rimane...
Tra cui tra l'altro rientrerebbero pure i Cro-Mags (http://en.wikipedia.org/wiki/New_York_hardcore)

PS Gorilla Biscuits :oops:


Quello di cui parli te, e che secondo me corrisponde alla definizione di metal-core (in quanto include proprio elementi metal e hardcore) in realtà viene sempre richiamato come CROSSOVER ... non si sa bene il perché :lol:

Del filone anni '90 conosco praticamente un cazzo ... e tra l'altro band abbastanza distanti tra loro ... Biohazard, Hatebreed
Metal Mike ha scritto:
Ma in realtà è solo NYHC ultrapompato con venature thrash .......
e Shai Hulud (che sono abbastanza ...molto, fuori dal coro)


Purtroppo negli ultimi tempi, ovvero quasi in contemporanea con l'avvento dell'emo, è arrivata la moda metal-core, molto legata a nomi come i Killswitch Engage e altra robaccia, che in realtà d'HardCore non hanno praticamente nulla se non i ritornelli ultramelodici di una certa parte di hardcore melodico di recente concezione, che personalmente mi fa stracagare.
Per il resto, sono la copia sputata del Death Metal Svedese più melodico ... prendi gli ultimi dischi degli InFlames, trova una canzone con un ritornello pulito tipo Take This Life ed ha più o meno il prototipo di quello che ora come ora chiamano Metal Core :?

Autore:  gene hoglan [ 04 apr 2011 20:47 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

ho un paio d'amici cresciuti a pane e hardcore, in genere ci incontriamo appunto sul NYHC, perchè proprio a orecchio, viene più incontro alle mie "esigenze" :D
effettivamente parlare di "metal" per queste band è formalmente sbagliato, però diciamo che sostanzialmente -dal punto di vista strettamente del riff- non è così improponibile. sbaglio? :lol:
Metal Mike ha scritto:


Quello di cui parli te, e che secondo me corrisponde alla definizione di metal-core (in quanto include proprio elementi metal e hardcore) in realtà viene sempre richiamato come CROSSOVER ... non si sa bene il perché :lol:


finalmente un po' di chiarezza

Cita:
Del filone anni '90 conosco praticamente un cazzo ... e tra l'altro band abbastanza distanti tra loro ... Biohazard, Hatebreed
Metal Mike ha scritto:
Ma in realtà è solo NYHC ultrapompato con venature thrash .......
e Shai Hulud (che sono abbastanza ...molto, fuori dal coro)


guarda, in un modo o nell'altro, dei gruppi di quella pagina wikipedia che ho postato prima, mi è capitato di sentire roba di avenged sevenfold, biohazard, bullet for my valentine, caliban, killswitch engage e lamb of god.
non è roba che fa per me. li ho ascoltati senza particolare attenzione, ma più che nervoso ascoltandoli non mi è venuto.

Cita:
Purtroppo negli ultimi tempi, ovvero quasi in contemporanea con l'avvento dell'emo, è arrivata la moda metal-core, molto legata a nomi come i Killswitch Engage e altra robaccia, che in realtà d'HardCore non hanno praticamente nulla se non i ritornelli ultramelodici di una certa parte di hardcore melodico di recente concezione, che personalmente mi fa stracagare
.

quello che non capisco è proprio cosa c'entri l'hardcore con questi gruppi. io non ci trovo assolutamente nulla.

Cita:
Per il resto, sono la copia sputata del Death Metal Svedese più melodico ... prendi gli ultimi dischi degli InFlames, trova una canzone con un ritornello pulito tipo Take This Life ed ha più o meno il prototipo di quello che ora come ora chiamano Metal Core :?



capito. in effetti gli in flames post "clayman" hanno preso questa strada...
sarà un caso che "clayman" è l'ultimo loro disco che ho :lol:

p.s.
per mettere i puntini sulle I...
il classico "gothenburg sound" con quella roba c'ha ben poco a che vedere :D

Autore:  Metal Mike [ 04 apr 2011 23:02 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

gene hoglan ha scritto:
ho un paio d'amici cresciuti a pane e hardcore, in genere ci incontriamo appunto sul NYHC, perchè proprio a orecchio, viene più incontro alle mie "esigenze"
effettivamente parlare di "metal" per queste band è formalmente sbagliato, però diciamo che sostanzialmente -dal punto di vista strettamente del riff- non è così improponibile. sbaglio? :lol:

Allora, io ho suonato (ed a breve dovremmo risuonare ... definitivamente con la drum machine visto che il batterista 'un si trova :lol: ) in un gruppo HardCore per fare un favore ad un mio amico (ed anche perché è comunque divertente suonare senza sbattersi :lol: ) e fidati, più che nei riff, è in genere l'impatto generale.
Quasi sempre infatti si tratta di accordi uno dopo l'altro, quasi mai di riff veri e proprio con note singole (chessò, tipo l'inizio di The Evil That Men Do), però l'impatto sonoro generale, con una produzione molto "pompata", è estremamente metallaro

Cioé, per fare un esempio:
*Sick Of It All meno pompati (tra l'altro uno dei migliori video della storia :lol: )
*Sick Of It All decisamente pompati :mrgreen:


PS per il discorso amici, ti capisco benissimo :lol:
gene hoglan ha scritto:
Metal Mike ha scritto:
Quello di cui parli te, e che secondo me corrisponde alla definizione di metal-core (in quanto include proprio elementi metal e hardcore) in realtà viene sempre richiamato come CROSSOVER ... non si sa bene il perché :lol:


finalmente un po' di chiarezza


xD

gene hoglan ha scritto:
Cita:
Del filone anni '90 conosco praticamente un cazzo ... e tra l'altro band abbastanza distanti tra loro ... Biohazard, Hatebreed
Metal Mike ha scritto:
Ma in realtà è solo NYHC ultrapompato con venature thrash .......
e Shai Hulud (che sono abbastanza ...molto, fuori dal coro)


guarda, in un modo o nell'altro, dei gruppi di quella pagina wikipedia che ho postato prima, mi è capitato di sentire roba di avenged sevenfold, biohazard, bullet for my valentine, caliban, killswitch engage e lamb of god.
non è roba che fa per me. li ho ascoltati senza particolare attenzione, ma più che nervoso ascoltandoli non mi è venuto.

Bullet...
Caliban...
Avenged...
Killswitch...

sono tutti 2000 e qualcosa

I Biohazard sono tamarrissimi ogni oltre umana concezione, ma vanno rispettati per il solo fatto che il cantante s'è sbattuto, sposato, divorziato, ma tutt'ora si sbatte Tera Patrick :lol:

gene hoglan ha scritto:
Cita:
Purtroppo negli ultimi tempi, ovvero quasi in contemporanea con l'avvento dell'emo, è arrivata la moda metal-core, molto legata a nomi come i Killswitch Engage e altra robaccia, che in realtà d'HardCore non hanno praticamente nulla se non i ritornelli ultramelodici di una certa parte di hardcore melodico di recente concezione, che personalmente mi fa stracagare
.

quello che non capisco è proprio cosa c'entri l'hardcore con questi gruppi. io non ci trovo assolutamente nulla.
Il paradosso dei paradossi, ma è così purtroppo :\

Autore:  Metal Mike [ 04 apr 2011 23:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

gene hoglan ha scritto:
Cita:
Per il resto, sono la copia sputata del Death Metal Svedese più melodico ... prendi gli ultimi dischi degli InFlames, trova una canzone con un ritornello pulito tipo Take This Life ed ha più o meno il prototipo di quello che ora come ora chiamano Metal Core :?



capito. in effetti gli in flames post "clayman" hanno preso questa strada...
sarà un caso che "clayman" è l'ultimo loro disco che ho :lol:

p.s.
per mettere i puntini sulle I...
il classico "gothenburg sound" con quella roba c'ha ben poco a che vedere

Lo so che il classico GS c'azzecca poco, ma le band "metalcore" americane hanno pescato a piene mani da lì .... insomma, sono i nipoti sbagliati delgi Iron Maiden, alla fin fine :lol:


PS non c'avevo voglia di contare gli smiles, così ho spezzato in 2 il post xDDDDD

Autore:  bob mallo [ 05 apr 2011 07:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

i DEP vanno messi dentro a priori. e grave (mia) dimenticanza non aver citato gli shai hulud.

Autore:  Wicker Man [ 05 apr 2011 10:08 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Metal Mike ha scritto:
Quello di cui parli te, e che secondo me corrisponde alla definizione di metal-core (in quanto include proprio elementi metal e hardcore) in realtà viene sempre richiamato come CROSSOVER ... non si sa bene il perché :lol:

Con relativi altri problemi, considerato che crossover è anche funk e metal e rap e metal. Credo che crossover si usi anche nel jazz (o almeno: nel corso di una delle noiosissime discussioni jazzistiche a cui ho assistito spegnendomi credo di aver sentito balzar fuori anche il termine crossover... però poi il jazz è mmusica libbbera): ho la sensazione che sia uno dei termini più abusati del lessico storico-musicale...

Metalcore: boh? Mi sembra che tra la versione novantiana e quella ottantiana passi lo stesso rapporto che c'è tra il power metal dell'uno e dell'altro decennio. Forse si può tentare di spiegare la posizione relativa delle bands con una sorta di... boh? Gradiente di hardcoricità? Effettivamente una cosa che ho notato è che l'etichetta metalcore raccoglie un buon numero di band-limite che per una virgola possono benissimo finire nell'uno e nell'altro campo. E anche lì: sta a vedere cosa prendono a modello...

Ultimamente poi ho sentito abbastanza spesso usare il termine post-hardcore, che potrebbe essere utile a distinguere le bands che di base sarebbero hardcore e sfruttano il resto come elementi non direttamente funzionali, ma secondari. A questo punto si potrebbe sfruttare la formazione dei componenti delle bands per distinguere le gradazioni... se trattiamo indistintamente le componenti metal e tutto quel restante che confluisce in questi gruppi (ad esempio: se un gruppo ascolta prevalentemente hardcore e qualcosina di metal, c'è qualcosa di mezzo che non può non piacergli. Questo qualcosa sono Helmet e Fugazi. E a 'sti punti che è, un post-crossover-rock-metal-rap-core?).

I Between the Buried and Me, ad esempio, sono un caso parecchio strano. Death metal? Sicuramente non quello originario. Allora quello dopo? Ni. C'è il blast beat ma ci sono le armonizzazioni. Ah, allora saran tipo i Trivium. No, manco per un cazzo: sembrano più i Dream Theater. Faranno prog? No, troppo grezzi. E poi c'è l'insertino country... ah, beh, solita roba pattoniana che ha già rotto il cazzo vent'anni fa. Però aspetta, mi sa che è fatta meno a caso... E via allegramente processionando.

La mia opinione è che, da una decina d'anni a questa parte, siano in corso un rimescolamento e una ridefinizione dei compartimenti musicali in cui era stato forzosamente frammentato il rock nella sua interezza. E' un momento di ripermeabilità che forse è già in fase di chiusura. Per come la vedo io, potrebbe essere una svolta epocale (detto senza connotazioni esaltate, anche se non escludo che potrebbe far nascere un nuovo periodo "classico"). Gli elementi di base ci sono tutti: mutamenti "strutturali" (scusate il lessico marxista; si spiega meglio con un esempio. Ultimamente si chiacchiera abbastanza di Djent, che fondamentalmente è un'etichetta senza senso che ha però il pregio di far saltare all'occhio il fatto delle tecnologie informatiche e della crescente facilità di registrazione, fatto che finora è stato escluso, trascurato, marginalizzato anche fin troppo, considerato che è 15 anni che internet si sta massificando), ma anche "sovrastrutturali" (artisti che si riassociano più liberamente, parlano, si scambiano influenze; un pubblico i cui interessi sono più indifferenziati, nella percezione di chi, per esempio, a fine '80s era preso tra glamsters e thrashers: un pubblico che legge diversamente - in prospettiva - la musica passata ed è disposto ad accogliere questa re-ibridazione. E che, appunto, legge tutto anche nella prospettiva della rete estesa... quante volte ce ne siamo lamentati?).

Poi non saprei.
Scusate l'OT.

Autore:  Black Bart [ 05 apr 2011 10:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Immagine

:mrgreen:

Ciao :)

Autore:  Wicker Man [ 05 apr 2011 10:38 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

:mrgreen:
Spero in una reazione abbastanza annoiata da poter far parlare di musica e non di etichette.

Autore:  Brusio [ 05 apr 2011 10:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

boh non ho letto..
comunque già che ci sono ne approfitto per dire che mi sto rendendo conto che a parte l'Heavy Metal classico mi fa cacare più o meno qualunque cosa abbia nella propria definizione di genere la parola "metal".

(quindi anche il metalcore, per tornare un minimo in argomento)

Autore:  Metal Mike [ 05 apr 2011 11:14 ]
Oggetto del messaggio:  Re: metal core

Wicker Man ha scritto:
Con relativi altri problemi, considerato che crossover è anche funk e metal e rap e metal. Credo che crossover si usi anche nel jazz (o almeno: nel corso di una delle noiosissime discussioni jazzistiche a cui ho assistito spegnendomi credo di aver sentito balzar fuori anche il termine crossover... però poi il jazz è mmusica libbbera): ho la sensazione che sia uno dei termini più abusati del lessico storico-musicale...

Togli la sensazione. E' nettamente il termine più abusato in campo musicale :lol:


Wicker Man ha scritto:
Metalcore: boh? Mi sembra che tra la versione novantiana e quella ottantiana passi lo stesso rapporto che c'è tra il power metal dell'uno e dell'altro decennio. Forse si può tentare di spiegare la posizione relativa delle bands con una sorta di... boh? Gradiente di hardcoricità? Effettivamente una cosa che ho notato è che l'etichetta metalcore raccoglie un buon numero di band-limite che per una virgola possono benissimo finire nell'uno e nell'altro campo. E anche lì: sta a vedere cosa prendono a modello...

Boh, quasi tutto quello che viene considerato Metal-Core anni '90 mi fa irrimediabilmente defecare. Ci sono giusto le eccezioni che confermano la regola
Il gradiente di hardcoricità è una trovata geniale, e sì, direi anche ficcante come metro di giudizio.
Purtroppo la parte "core" è andata sempre scemando, oppure riducendosi a parti dell'hardcore moderno (melodico) che a me poco piacciono, poco hanno a che fare con l'HC delle origini, e poco centrano (almeno per me) nel contesto in cui vengono inserite.


Wicker Man ha scritto:
Ultimamente poi ho sentito abbastanza spesso usare il termine post-hardcore, che potrebbe essere utile a distinguere le bands che di base sarebbero hardcore e sfruttano il resto come elementi non direttamente funzionali, ma secondari. A questo punto si potrebbe sfruttare la formazione dei componenti delle bands per distinguere le gradazioni... se trattiamo indistintamente le componenti metal e tutto quel restante che confluisce in questi gruppi (ad esempio: se un gruppo ascolta prevalentemente hardcore e qualcosina di metal, c'è qualcosa di mezzo che non può non piacergli. Questo qualcosa sono Helmet e Fugazi. E a 'sti punti che è, un post-crossover-rock-metal-rap-core?).
A quel punto è Crossover e basta :lol:
Comunque, boh, per me post-HC e post-punk sono etichette che lasciano il tempo che trovano.
In realtà sono principalmente band HC che lo suonano in maniera ... "diversa", o moderna, in cui si trovano troiai allucinanti (Bullet For....) o band meritevoli (Verse-chorus, verse-chorus, a solo, then boom. :mrgreen:), niente di più niente di meno


Wicker Man ha scritto:
I Between the Buried and Me, ad esempio, sono un caso parecchio strano. Death metal? Sicuramente non quello originario. Allora quello dopo? Ni. C'è il blast beat ma ci sono le armonizzazioni. Ah, allora saran tipo i Trivium. No, manco per un cazzo: sembrano più i Dream Theater. Faranno prog? No, troppo grezzi. E poi c'è l'insertino country... ah, beh, solita roba pattoniana che ha già rotto il cazzo vent'anni fa. Però aspetta, mi sa che è fatta meno a caso... E via allegramente processionando.

Crossover :lol: :lol:
Ho ascoltato una canzone .... troiaio allucinante che però ha una sua struttura logica. Fanno prog nel senso più lato del genere, ovvero cercano di portare il suono ad una dimensione differente.
In linea di base mi sembrano però i figli "malati" di Schuldiner, che invece di virare sull'HM virano su migliaia di altri generi

Wicker Man ha scritto:
La mia opinione è che, da una decina d'anni a questa parte, siano in corso un rimescolamento e una ridefinizione dei compartimenti musicali in cui era stato forzosamente frammentato il rock nella sua interezza. E' un momento di ripermeabilità che forse è già in fase di chiusura. Per come la vedo io, potrebbe essere una svolta epocale (detto senza connotazioni esaltate, anche se non escludo che potrebbe far nascere un nuovo periodo "classico"). Gli elementi di base ci sono tutti: mutamenti "strutturali" (scusate il lessico marxista; si spiega meglio con un esempio. Ultimamente si chiacchiera abbastanza di Djent, che fondamentalmente è un'etichetta senza senso che ha però il pregio di far saltare all'occhio il fatto delle tecnologie informatiche e della crescente facilità di registrazione, fatto che finora è stato escluso, trascurato, marginalizzato anche fin troppo, considerato che è 15 anni che internet si sta massificando), ma anche "sovrastrutturali" (artisti che si riassociano più liberamente, parlano, si scambiano influenze; un pubblico i cui interessi sono più indifferenziati, nella percezione di chi, per esempio, a fine '80s era preso tra glamsters e thrashers: un pubblico che legge diversamente - in prospettiva - la musica passata ed è disposto ad accogliere questa re-ibridazione. E che, appunto, legge tutto anche nella prospettiva della rete estesa... quante volte ce ne siamo lamentati?).


Ti fai troppe seghe mentali :mrgreen:


Wicker Man ha scritto:
Poi non saprei.
Scusate l'OT.

Neanch'io, invero :lol:



PS brusio, spammi inutilmente! autobannati

Pagina 1 di 2 Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/